Edizioni

IT / EN

Organised by logo iegexpo new

TUTORIAL CICLAMINO IN FELTRO PITTORICO

Come esprime la primavera attraverso il feltro? Ecco il mio tutorial per realizzare un ciclamino…

TUTORIAL CICLAMINO IN FELTRO PITTORICO

Il soggetto che ho scelto per questo tutorial di feltro pittorico ad ago è il ciclamino, un fiore che troviamo sia d’inverno che in primavera con 2 specie differenti. Fa parte del nostro sottobosco e ha colori che vanno dal bianco a varie tonalità di rosa al “ciclamino”.

Il progetto è semplice per la composizione e contemporaneamente divertente per la sovrapposizione di colori tono su tono. Un interessante progetto sia per chi è alle prime armi sia per chi già dipinge con la lana perché può osare combinazioni di colore differenti anche un po’ pop.

MATERIALI

  • tappetino per agugliare
  • aghi per agugliare calibro 36 (grosso) e 40 (fine)
  • forbici da ricamo
  • forbici per tessuto
  • 3 gr totali di lana nei seguenti colori: marrone scuro, marrone chiaro, rosa scuro (per il gambo); 3 tonalità di rosa (per i petali), viola e blu (per le ombre, i chiaroscuri, l’interno del petali), giallo (per i pistilli), bianco (per i punti luce)
  • tessuto chiaro tipo cotone, o canapa o lino, più grande del telaio di almeno 5 cm
  • telaio da ricamo cm 20 di diametro
  • colla vinilica
  • 1 matita morbida
  • foglio “ciclamino colorato” A4 da stampare
  • foglio “ciclamino stilizzato” A4 da stampare

PASSAGGI FONDAMENTALI

1. Stampa i 2 fogli A4 allegati al tutorial. Prendi il foglio in bianco e nero con il ciclamino stilizzato, posizionalo sotto la stoffa di cotone o canapa leggera e con una matita morbida, ricalca tutto il disegno facendo attenzione a scegliere già la posizione finale rispetto al telaio, sarà quindi necessario appoggiare il telaio sul tessuto per avere una visione d’insieme del lavoro

Stampa Ciclamino A4

Ciclamino 1

GAMBO

2. Posiziona il tessuto sul tappetino e riempi tutti gli spazi con la lana del colore specifico, iniziando dal gambo. Con l’ago più grosso, aguglia le parti più piccole e con l’ago più fine aguglia le aree più ampie. Quando aggiungi uno strato, sovrapponi i ciuffi tra loro per evitare di creare delle linee nette. Inizia con il colore centrale, il marrone chiaro poi aggiungi quello a dx di contrasto (rosa scuro) ed infine aggiungi la lana scura per creare le ombre (marrone scuro). Durante il lavoro è necessario che tu lavori in maniera molto pulita lungo i bordi dell’intero disegno per creare figure dalle linee nette.

Ciclamino 2

PETALI

3. Inizia dal colore più scuro e sovrapponi via via quelli più chiari. Dipingere con la lana è il contrario dell’acquerello, mentre con questa tecnica gli scuri si ottengono sovrapponendo via via tonalità chiare fra loro, con la lana non è così perché i ciuffi non si smaterializzano né con l’acqua né meccanicamente con l’ago. Per ottenere zone chiare e zone scure bisogna lavora di sovrapposizione, miscelando a mano le lane di tonalità differenti. Posizionando un colore scuro, potrà essere “schiarito” e ammorbidito sovrapponendo via via lane di uno o 2 toni più chiari.

Ciclamino 3

4. Aguglia le zone in ombra con l’ago grosso, utilizzando quindi i viola e i blu (solo per linee e pochissime aree scuri), questi successivamente risulteranno più morbidi e meno netti man mano che andrai a sovrapporre i toni chiari. E’ importante che tu lavori contemporaneamente tutte le aree della stessa tonalità. Quando passi all’area successiva e quindi alla tonalità più chiara, NON seguire solo il bordo del disegno ma stendi la lana anche sulla parte scura stesa in precedenza. Questa operazione “schiarirà” il tono scuro e visivamente renderà il dipinto più realistico e morbido. Ripeti l’operazione per tutti i livelli stesi, fino a l’ultimo che sarà il tono più chiaro.

Ciclamino 4

5. Aggiungi i pistilli gialli, i ciuffettini scuri per le ombre e il bianco per i punti luce. E’ necessario avere una visione d’insieme dell’immagine per capirne la profondità ottenuta, allontana il lavoro dall’occhio, mettilo almeno a 2 metri di distanza da te e osservalo. Questo ti permetterà di capire quali punti devi schiarire, quali ombreggiare e l’insieme del dipinto. Se i petali non sono abbastanza in ombra, ripeti l’operazione sopra descritta, aguglia nell’area interessata, mescolando fra le mani la tonalità scura e quella di un tono inferiore. Procedi fono a quando il risultato non ti soddisfa ed il ciclamino non sembra sollevarsi dal tessuto.

Ciclamino 5

6. Dopo aver finito il lavoro, massaggialo bene per eliminare i buchi dell’ago grosso. Stacca il tessuto dalla base e continua a massaggiare. Con le forbici da ricamo, taglia tutti i peli in eccesso. Stira il tuo lavoro, sul retro e sul davanti se risulta troppo spesso.

Ciclamino 6

ASSEMBLAGGIO

7. Inserisci il lavoro nel telaio a cornice, taglia i bordi in eccesso in modo che sporgano di massimo 1 cm. Passa la colla vinilica sul tessuto nella parte interna e ripiegalo verso il telaio di legno. Non esagerare con la colla altrimenti ti sporcherà tutto il tessuto

Ciclamino 7

Congratulazioni, il tuo ciclamino è pronto per essere mostrato!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui tuoi canali social!


    Sponsor

    Media partner

    PARTNERS


    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.